TEATRO E FRAGILITA’ SOCIALI

Prenota per:


Scegli tra una delle date disponibili per l'evento

La prenotazione è nominale e vale per un solo posto in sala.

 

29 gennaio 2022 ore 21 – 30 gennaio 2022 ore 16
TEATRO E FRAGILITA’ SOCIALI
Reading, video di repertorio e testimonianze intorno alle produzioni dedicate a soggetti fragili: i malati oncologici, gli immigrati di via Padova, i rifugiati politici e le persone senza dimora

Conducono Massimo de Vita, Daniela Airoldi Bianchi, Enzo Biscardi,
Intervengono alcuni dei partecipanti ai laboratori

I progetti e le produzioni dedicate ai soggetti fragili hanno sempre costituito il cuore del metodo di lavoro del Teatro Officina. Frutto spesso di laboratori dedicati, di progetti speciali o di lavori di ricerca sociale hanno consentito di raccontare e restituire agli spettatori, spesso attraverso la viva voce dei protagonisti, storie che altrimenti sarebbero rimaste incapsulate nelle esistenze di chi spesso non ha voce.

Il Teatro Officina ha coltivato a lungo la pratica della medicina narrativa: fin dal 2006 infatti abbiamo condiviso laboratori con l’Istituto Europeo di oncologia e il prof. Umberto Veronesi.
Unico teatro milanese che ha firmato una convenzione con il Comune di Milano – settore Servizi Sociali nel 2013-14 per la gestione di laboratori teatrali destinati a immigrati e persone vulnerabili.
Ha collaborato per tre anni con la Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci raccogliendo e mettendo in scena le testimonianze di vita vissuta degli ospiti senza dimora.
E infine il lavoro territoriale ha portato più volte il Teatro Officina, dal 2010 ad oggi, ad operare sul quartiere multietnico di via Padova con i cui abitanti sono stati allestiti gli spettacoli Via Padova e oltre (presentato al Piccolo Teatro nel 2011) e Via Padova ascolta (in scena all’Elfo Puccini nel 2017).

Nel corso della serata verranno ripercorse queste esperienze teatrali con soggetti fragili, raccontate attraverso testimonianze dirette dei protagonisti, di chi ha condotto i laboratori, corredati da video e foto d’epoca.

GLI EVENTI PER I NOSTRI 50 ANNI
50 anni di vita teatrale feriale e diurna, non circoscritta agli spettacoli serali in scena ma dispiegata di giorno dentro la vita delle persone concrete incontrate in decenni di teatro sociale: i contadini di Olevano, gli ex operai di Sesto S. G, gli stranieri di via Padova, i medici e i malati degli ospedali, i dislessici e gli Asperger che abbiamo portato in scena come protagonisti assoluti. In scena in gennaio al Teatro Officina, con filmati d’epoca, interviste ai testimoni, reading. In febbraio una giornata di festa e poi appuntamenti in tre teatri cittadini (al Piccolo Teatro, all’Elfo Puccini e al Teatro della Cooperativa), una mostra fotografica, un libro sulla nostra storia.
IL TEATRO OFFICINA
Il Teatro Officina è l’unica esperienza viva e vitale dopo 50 anni della stagione del “decentramento teatrale”, nato negli anni ’70 grazie alla visionarietà di Paolo Grassi e alla necessità culturale di fare teatro in tutta la città, in centro come nei territori. Ha prodotto decine di spettacoli, inventato negli anni ’90 Teatro nei cortili, costruito storie di palcoscenico attraverso un dialogo profondo con un’umanità di cui ascolta le testimonianze riportandone poi le parole e i corpi in scena. Una storia teatrale anomala, strettamente intrecciata alla storia della Milano che sa accogliere e sa sperimentare nuove strade per creare comunità.

Ingresso a offerta libera con super green pass e mascherina ffp 2
Prenotazione: necessaria e gratuita su www.teatroofficina.it | Tel. 02.2553200
A chi utilizza Google maps suggeriamo di inserire la via e non il nome del Teatro per non essere portati in altro luogo.


Top