1972-2022
50 anni di Teatro Officina
mdi-chevron-double-down

Siamo colmi di gratitudine per le dimostrazioni di stima e di affetto ricevute dagli spettatori, da alcuni importanti teatri cittadini e dalle le istituzioni.

Il nostro cinquantennale è stato festeggiato con 10 giornate di eventi dal 15 gennaio 2022 al 28 febbraio 2022. Presso la sala del Teatro Officina abbiamo ripercorso le tappe principali della nostra storia teatrale, proiettando filmati d’epoca, dialogando con testimoni incontrati negli anni e portando in scena alcuni frammenti di nostri spettacoli fondamentali. Abbiamo iniziato con “Due affreschi del secolo breve” nel quale abbiamo proiettato i filmati di due grandi eventi realizzati con i contadini della Lomellina (1997) e con gli ex operai delle grandi fabbriche di Sesto San Giovanni; sono intervenuti attori dei due allestimenti che coinvolsero intere comunità e hanno fatto rivivere sul palco alcuni momenti degli spettacoli comunitari.

Sono seguite due giornate dedicate alle fragilità sociali, le molte umanità ai margini con cui abbiamo costruito spettacoli, spesso portando in scena le persone fragili: i rifugiati politici, gli stranieri di via Padova, i senza dimora ospiti di Casa dell’accoglienza Enzo Jannacci; anche qui video e interventi dei soggetti coinvolti e in scena Stefano Grignani ha recitato alcuni brani dei progetti di Medicina narrativa, da noi realizzati fin dal 2006 con l’Istituto Europeo di Oncologia di Umberto Veronesi.

Il senso profondo di questa celebrazione sui 50 anni risiede nel mettere al centro non tanto il passato, quanto il futuro e i nostri giovani a cui affidiamo il ricambio generazionale; per questo per il cinquantennale abbiamo portato sul palco due produzioni che li vedono protagonisti assoluti “Ci ho le sillabe girate” sul tema della dislessia (tre dei nostri giovani attori professionisti in scena sono appunto dislessici) e “Tirare la corda”, l’ultima nostra produzione dedicata ai comportamenti a rischio nel mondo giovanile che vede sul palco due attori di 22 anni.

Le serate finali si sono tenute al Teatro Officina e in tre teatri cittadini.

Qui in Teatro Officina alla presenza del Presidente del Municipio 2 Simone Locatelli è stato proiettato il docufilm che narra la nostra attività, curato dal regista Riccardo Alessandri (ora caricato sul canale youtube del Teatro Officina).

In successione al Chiostro del Piccolo Teatro alla presenza dell’Assessore alla cultura del Comune di Milano Tommaso Sacchi e del Direttore del Piccolo Teatro Claudio Longhi è stato proiettato il docufilm e il nostro direttore artistico, Massimo de Vita, ha offerto un reading poetico.

Poi al Teatro Elfo Puccini nella Sala Shakespeare stracolma in tutti i suoi 500 posti è stato replicato il reading di Massimo de Vita e lo spettacolo sulla dislessia “Ci ho le sillabe girate”.

Ed infine al Teatro della Cooperativa il reading di Massimo de Vita ha preceduto la proiezione del docufilm, alla presenza del Direttore del Teatro Renato Sarti.

Per chi desidera vedere il docu-film “Officina grande amore” realizzato per noi da Riccardo Alessandri qui il link.

Scarica la brochure sui nostri 50 anni

Gli eventi del nostro cinquantennale sono stati realizzati con il patrocinio del Municipio 2 del Comune di Milano e con il contributo di Fondazione Cariplo.

Infine qualche foto degli eventi realizzate dal fotografo Angelo Fausto Lo Buglio:

© {{ (new Date()).getFullYear() }} — Teatro Officina