SCANDALO QUOTIDIANO DI UN NORMALE MORIRE

La prenotazione è nominale e vale per un solo posto in sala.

Produzione Teatro Officina
Regia Massimo de Vita
Con Daniela Airoldi Bianchi, Lorenza Cervara e Massimo de Vita
Scenografie Gianluca Martinelli
Luci Beppe Sordi

Gli operai sono il resto di niente. Negli ultimi vent’anni l’oblio si è steso su nove milioni di persone in Italia. In questo sprofondare delle coscienze qualcosa di ancor più grave è accaduto: la perdita dell’orgoglio e della dignità di essere operai. Spesso oggi chi è operaio non dice di esserlo, quasi fosse una colpa di cui vergognarsi e lo scandalo è quel “normale morire” sui posti di lavoro o nella ricerca di esso.
Tratto da poesie di Ferruccio Brugnaro (poeta operaio), da testimonianze di operai della ThyssenKrupp e del Petrolchimico di Marghera.

5 dicembre 2014 ore 21.00
Teatro Officina

Top