Gli altri. Storie di burqa, amore e rabbia nel secolo del Jihad

Prenota per:


€12,00

Sono socio
Non sono socio
Rinnovo Tessera

Teatro Officina è un associazione culturale. Indicare: “Sono Socio” se siete già stati al teatro Officina nel 2019.
Indicare “Rinnovo tessera” se siete già stati al teatro officina negli anni precedenti.
Indicare “Non sono Socio” se questa è la prima volta che si accede al Teatro Officina

All’ingresso ti sarà rilasciata la nuova tessera.
Porta con te la tessera scaduta
All'ingresso ti sarà chiesto di mostrare La tessera associativa.

La prenotazione è nominale e vale per un solo posto in sala.

Venerdì 22 novembre ore 21
Sabato 23 novembre ore 19
Domenica 24 novembre ore 17

Di e con Francesca Mineo e Andrea Nicastro
Regia di Fabio Bettonica
Prodotto in collaborazione con TeatroOfficina

“Gli Altri” si propone di far conoscere la differenza – spesso ignorata da noi occidentali – tra Islam come religione che unisce comunità diverse e Islamismo come corrente politica. Porta in scena le esperienze dei due giornalisti che sono allo stesso tempo autori e interpreti.
Un acquisto al bazar, un pasto in trincea, le riflessioni di una donna velata, di un comandante integralista, di un guerrigliero ceceno o di un volontario per attacchi suicidi dell’Isis mostrano al pubblico la varietà dei punti di vista che coesistono nel mondo musulmano. Si capisce così come la ricerca del proprio riscatto possa passare tanto dalla poesia quanto dalla religione come anche dal terrorismo.
Vengono raccontate persone reali, incontrate in Cecenia, Afghanistan, Egitto, Libano, Iraq e Iran. Flash da mondi materiali e intellettuali che, anche grazie a brevi video-reportage, diventano snodi logici della storia degli ultimi 30 anni del Medio Oriente.
Rigoroso come una conferenza, ma emozionante come un viaggio: gli “Altri” racconta in modo curioso e comprensibile la decolonizzazione, la Guerra Fredda, gli attacchi suicidi, le Primavere Arabe, le dittature, i diritti umani calpestati, l’arte.
A chiusura dello spettacolo, i protagonisti evocati in scena vengono presentati con i loro veri volti e nomi, attraverso un commovente slide show.

Fabio Bettonica, regista e produttore, insegna regia/direzione d’attore alla Naba
Nuova Accademia delle Belle Arti. Realizza installazioni per mostre e sistemi di video design per eventi e manifestazioni. Lavora in particolare il Piccolo Teatro di Milano
Francesca Mineo, giornalista, si occupa di comunicazione per il terzo settore. Fondatrice di IFC Italy, network internazionale di consulenti per il non profit. Cura collane editoriali di temi sociali. Ha scritto “I 189 giorni di Laura”, storia di volontariato in Kosovo (Ancora ed) e “Adozione. Una famiglia che nasce” (San Paolo Ed.)
Andrea Nicastro, inviato speciale del Corriere della Sera, ha raccontato le crisi del Kosovo e della Cecenia, le invasioni dell’Afghanistan e dell’Iraq, il traffico di organi e di cellule staminali, la tratta dei migranti Pakistan-Europa e Honduras-Stati Uniti.
Ha scritto il saggio multimediale “Nassiriya, bugie tra pace e guerra” (Ed. Riuniti)
Romano Cagnoni, Lorenzo Merlo e Mauro Sioli sono i fotoreporter, con vasta esperienza internazionale, i cui scatti hanno permesso di realizzare i foto-mosaici che accompagnano lo spettacolo.


Top