E’ piuttosto raro che un’azienda tematizzi e rilanci pubblicamente un argomento delicato come la violenza sulle donne. E’ decisamente significativo che a farlo sia Zeta Service, un’azienda composta in gran parte da donne. Vuol dire che c’è speranza.

Grazie a Zetaservice Il Teatro Officina ha collaborato al Progetto Libellula, iniziativa contro la violenza sulle donne, anche intesa come discriminazione del mondo femminile, soprattutto nel mondo del lavoro.
L’obiettivo del progetto è creare un network di aziende virtuose che ne condividano i valori  e che si impegnino a farsi motori del cambiamento trasferendoli ai loro collaboratori.

Vi offriamo un video, monologo di una donna che subisce violenza tra le pareti domestiche, nell’interpretazione di Daniela Airoldi Bianchi, che è stato proposto nel corso dell’evento di presentazione del progetto che si è tenuto il 16 maggio a Milano.