Il progetto Memorie di terra contadina – realizzato nel 1997 con il sostegno della Provincia di Pavia, del Comune di Olevano Lomellina e della Regione Lombardia – ha inteso recuperare e fissare, con gli strumenti propri del teatro sociale, un patrimonio orale di esperienze significative del territorio pavese, allo scopo di realizzare una sorta di “archivio vivente” che le preservasse dall’estinzione. Con la convinzione, condivisa insieme alle Istituzioni finanziatrici del progetto, che sia compito e interesse dell’Ente Pubblico promuovere la tutela del patrimonio immateriale di un territorio e della sua popolazione, per poterlo salvaguardare e trasmettere alle generazioni future.

Il lavoro preparatorio si è articolato in tre fasi: animazione e raccolta dei dati “sul campo”; registrazione dei racconti orali; trascrizione. Dopodiché si è passati alla fase realizzativa, in cui il patrimonio immateriale, una volta fissato nelle testimonianze scritte, è stato rimesso in circolo socialmente favorendone la conoscenza presso le nuove generazioni, attraverso la produzione di uno spettacolo teatrale e di un video ad esso collegato.

Il materiale documentario raccolto, per sua natura episodico e frammentario, è stato perciò elaborato in senso drammaturgico, creando un discorso poetico e narrativo dotato di una sua coerenza ed efficacia. Il copione così prodotto ha permesso di allestire uno spettacolo in cui, accanto agli attori professionisti della Compagnia del Teatro Officina, hanno recitato attori “spontanei” scelti tra gli anziani contadini del luogo.

La rappresentazione è avvenuta, con ingresso gratuito, il 5 luglio 1997 nella Corte Grande dell’azienda agricola S. Giovanni ad Olevano di Lomellina, paese scelto per questo progetto perché sede di un Museo di arte e tradizione contadina, creato spontaneamente dagli anziani recuperando antichi manufatti ed attrezzi agricoli nelle cascine della zona. Possiamo ritrovare le suggestioni dello spettacolo, in cui l’azione scenica è integrata dalla musica dal vivo di un fisarmonicista e di un pifferaio e dal coro delle mondine della Lomellina, in questo breve estratto del video originale.