Comunicare bene è un intervento di formazione alla comunicazione efficace rivolto a persone senza fissa dimora Ospiti della Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci di Milano.
Il progetto è finalizzato sia a favorire l’espressione dei vissuti di chi ha proviene dalla vita in strada sia a maturare competenze specifiche nella gestione di colloqui attitudinali, in vista di una auspicata ricollocazione entro il mondo del lavoro grazie a percorsi di accompagnamento e reinserimento sociale che La Casa dell’Accoglienza già mette in atto.
Lo strumento del Laboratorio teatrale viene qui utilizzato per far acquisire competenze comunicative alle persone senza dimora Ospiti della Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci di Milano: come si porge una richiesta, come si sostiene lo sguardo dell’interlocutore, che messaggi il corpo “manda in giro” e di cui è bene che io sia consapevole, sono temi che diventano anche esercizi del Laboratorio, che prevede persino la simulazione di colloqui di lavoro e/o di richiesta di accesso ai servizi.
L’utenza è composta da 12 ospiti, da 3 assistenti sociali/operatori della Casa e da 5 cittadini del quartiere, entro una logica di costruzioni di legami significativi, paritetici e inclusivi.
L’azienda Zeta Service, che ha sede davanti alla Casa d’accoglienza, mette a disposizione la competenza di alcuni suoi Responsabili delle Risorse umane per alcune simulazioni.
Il laboratorio è stato realizzato da novembre 2019 a giugno 2020  con cadenza settimanale (3 ore ad incontro)  ed è stato tenuto da due esperti del Teatro Officina, opportunamente supportati da altre figure (video-operatore, tutor d’aula, coordinatore progettuale,ecc).
E’ gratuito per gli utenti grazie al contributo della Chiesa Valdese.

IL PROGETTO E’ REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DI