Nozze di sangue – Saggio del laboratorio adulti avanzato

Prenota per:


Scegli tra una delle date disponibili per l'evento

Di Federico Garcia Lorca
16 e 17 giugno 2018 ore 21

Con: Simona Borella, Francesca Calovi, Simone Carta, Martina Cordì, Antonello Garofalo, Alessandra Ludovico, Noemi Morales, Stefania Strianese, Maurizio Veri
Regia Enzo Biscardi
Si ringraziano Eleonora Caracciolo, Elisa Gianni, Antonella Ria.

Il testo è diviso in atti e in quadri; il primo atto si svolge nelle case dei personaggi principali, il secondo si articola in esterni ed il terzo ed ultimo atto intreccia dentro e fuori, fondendo gli spazi,  quasi che il bosco potesse divenire un cortile, o una stanza bianca apparire come una chiesa. Abbiamo lavorato quindi sul “dentro” e cioè sui discorsi tra le mura, ciò che gli altri non sentono, i rapporti familiari, gli sguardi, i silenzi, i corpi che si avvicinano e si allontanano mossi da pulsioni interiori. E abbiamo lavorato sul “fuori” e cioè lo spazio visibile, il livello del reale che si decide di mostrare, un livello forte della realtà, ma non sempre il più potente. Ci siamo avvicinati al testo di Garcia Lorca grazie ad una autentica fascinazione che la parola poetica ha esercitato già dalle prime letture. Nozze di Sangue è un testo difficile, a tratti ermetico e allo stesso tempo molto passionale. Tutto questo può spaventare un allievo che deve approcciarsi per la prima volta ad un lavoro interpretativo su personaggi di questo tipo. Non basta la tecnica, per quanto importante e necessaria, ma serve anche una grande  consapevolezza delle proprie caratteristiche e capacità comunicative, serve lucidità, sensibilità e tanto lavoro. Un percorso intenso e a volte faticoso perché non concede spazio a leggerezze e ammiccamenti che delle volte caratterizzano i saggi di fine corso.
Un cammino impegnativo, ma all’altezza di un gruppo che, in questi due anni di lavoro teatrale, ha potuto arricchire le proprie competenze partecipando anche ad alcuni progetti di teatro sociale che il Teatro Officina ha realizzato. È come se in questo saggio la responsabilità della parola, cui sono stati complessivamente formati, si sporgesse fino a divenire responsabilità di un “dire poeticamente”, in cui si intrecciano realtà e sogno, carne e spirito, terra e cielo.

Ingresso: libero con tessera associativa gratuita
Prenotazione: consigliata e gratuita su www.teatroofficina.it

Informazioni tel. 02.2553200 | info@teatroofficina.it | www.teatroofficina.it


Top